A metá strada fra un Irish pub irlandese e una bierStube tedesca, il Mambo, é il frutto dell'esperienza birraria di Paolo, amante e cultore dell'antica bevanda fin dalla giovane etá.

Apprezzata inizialmente come elisir socializzante e pilota di controllata euforia, e in seguito gustata per le sue particolari caratteristiche e virtú, la birra diventa la protagonista del primo locale inaugurato da Paolo nel 1978.

"Che un Boccale di birra é un pasto da re"
lo disse pure un famoso scrittore, ma se a raffinare il palato c'é la curata esperienza culinaria di "Donna Emi" e a deliziare le orecchie della piacevole musica dal vivo l'ambiente si colora di cordiale familiaritá: la bevanda di Re Gambrinus aveva trovato a Sondrio il suo habitat ideale.


In quegl'anni il mercato locale era avaro di offerte di qualitá, ma nonostante ció al Mambo si potevano gustare oltre cento tipi di birre in bottiglia importate da tutto il mondo e tre spine di eccellente qualitá. Numerose furono le visite di Paolo all' OctoberFest di Monaco e nel 1984, insieme a Mario, Armando e un nutrito gruppo di amici organizza la prima Festa della Birra in Valtellina.

L'INASPETTATA AFFLUENZA DI MIGLIAIA DI PERSONE mandó in tilt i dieci impianti di spina installati, triplicati poi per le serate successive.

Col passare degl'anni l'impegno costante di Paolo al meraviglioso mondo birraio lo portó ad aprire un locale dove potersi esprimere al meglio; nasce il nome, che da anni é sinonimo di prodotti di qualitá fra i quali senza dubbio a farla da padrone é e sará sempre la birra. é il 18 ottobre del 1987 e al km 44 della Statale 38 in localitá Fiorenza di Piateda apre ufficialmente il Mambo Pub Bierstube.



L'originalitá é sempre stata una costante delle scelte del Mambo, si comincia con il Piano Bar nel vero senso della parola, intrattenimento musicale suonato rigorosamente dal vivo da Corrado Stuffo, voce e chitarra, poi le freccette, il primo Dart Club ufficiale in Lombardia, il Karaoke anticipando di qualche anno la famosa trasmissione televisiva: al Mambo si utilizzavano basi registrate su audiocassette da 3 minuti e un Songbook con i testi in duplice lingua, in inglese e in inglese maccheronico... per i meno poliglotti.

Il Karaoke nel giro di pochi anni era entrato in tutti i locali d'Italia e i gestori del Mambo da sempre controcorrente decisero di ridare spazio alla musica dal vivo. Il palco del Mambo ha dato spazio a svariati generi musicali, dal Rock al Blues, dal Jazz al Funk, dal Metal al Crossover.

Artisti di grosso calibro, provenienti da tutto il mondo, come Ruth Gerson, Willy Murphy, Luigi Grechi, Ricky Mantoan, Paolo Bonfanti, Damiano della Torre, Folco Orselli, Crackdown, ChikenMambo, Andrea Dulbecco, Roberto Cecchetto, Tiziana Ghiglioni, Ray Tarantino si alternano a gruppi Valtellinesi, di vario genere e stile, esordienti o giá con una lunga storia alle spalle. Ricordiamo Tipsy President , PinnoParra, Lovin Tracy, SNP, Caven, Venacava, Seed Of Hate, Paco Garro Jr, Orsinger-Stuffo duo, Trio Ladro.

NO ORDINARY PUB : non é solo la musica ad essere protagonista, il Mambo ospita artisti a 360 gradi! Sculture, fotografie e quadri trovano spazio tra le pareti del Mambo, performance di danza, musicoterapia, e massaggi shatzu hanno attirato l'attenzione di appassionati e non.